Un pensiero alla Lingerie


Non è un mistero, anche l’occhio vuole la sua parte (prima di tutto il resto).

La lingerie occupa un posto importante nel guardaroba di una donna e a ciascuna piace acquistarne di nuova, sia per sè stessa che per il partner. Dopotutto essere guardate e ammirate è un nostro desiderio segreto e sfoggiare un intimo sexy è il modo migliore per attirare l’attenzione di lui, anche durante la partita di campionato. Oramai il mercato della biancheria intima è diversificato e variegato oltre misura, ce m’è per tutte!

Ammettiamolo, non siamo modelle di Victoria’s Secret ma ogni capo è ideato per il fisico di ciascuna e basta davvero fare la scelta giusta per sentirsi dee. Per me l’intimo è una sorta di feticismo, ne ho di tutti i colori, dalla bralette al balconcino, dal perizoma alla culottes, per non parlare dei corsetti che, seppur meno pratici, fanno sempre la loro porca figura! Su shopbondage.it c’è un’enorme varietà di intimo, tra cui sensualissimi collant e meravigliose catsuit, oltre al noto completino con cintura reggicalze. Basta davvero poco per fare un regalo a sè stesse e al proprio compagno, sempre premettendo che i vestiti non spariscano immediatamente, perchè può succedere. In tal caso lo sforzo davanti allo specchio di sfilare con addosso i vari capi di intimo accuratamente scelti al fine di scovare quello perfetto va a farsi fottere (figurativamente parlando XD) Si sa che gli uomini quando hanno voglia non guardano in faccia nessuno e se chiederete al vostro lui se ha notato il pizzo delicato che copriva le vostre curve dirà di sì, mentendo.

Comunque sia, fino ad un certo punto lo si fa per lui, tutto il resto è pura vanità.

La vanità è donna e di questo siamo quasi tutte consapevoli, non è colpa nostra, è stata la natura a farci così u.u

Dal punto di vista maschile sapere che la propria compagna si è agghindata per personificare un sogno erotico non è mica male! Fa sentire desiderati e, ad ogni età e in ogni momento della relazione, il desiderio muove le montagne e tiene in vita la coppia. Il compito del maschietto è quello di degnare la sua donna di un doveroso complimento prima di spogliarla come se non ci fosse un domani.

A questo punto sarebbe interessante capire quale tipo di intimo stuzzica di più la fantasie di uomini e donne.

A tal proposito ho fatto qualche “intervista”, giusto per farmi un’idea e arricchire un po’ questo mio articolo.

In quanto donna sono per unire la bellezza con la praticità perchè a nessuna piace avere continuamente qualcosa che pizzica nel culo. Comunque possiamo accedere ad una varietà davvero mostruosa di abbinamenti, il reggiseno c’è col ferretto, con o senza spalline, a balconcino, di pizzo, di raso, con le perline e con la sacra natalità. La scelta non manca e la cosa importante è, ovviamente, che il sotto e il sopra siano coordinati. Anche per quanto riguardare le mutande si può sfogliare un ricco catalogo che va dal tanga, al perizoma, alla brasiliana fino al mutandone da nonna a vita alta. Per abbellire il tutto si può osare con una cintura reggicalze (le calze non sono obbligatorie perchè i quattro cordini penzolanti sono comunque sexy) e con qualche gioiello.

In poche parole il classico completino intimo è il massimo del comfort e della sensualità, ma in occasioni particolari (o anche no, mica è obbligatorio) si può sfoggiare il cosiddetto reggiseno a sollevamento, con tanto di ferretto e, be’, basta. Di fatto lascia tutto scoperto, ma è il massimo dell’erotismo! Per cambiare e magari fare una sorpresa nascondendo il tutto sotto un enorme maglione sformato di Super Mario ci sta la bodysuit, che funge da collant per tutto il corpo. Anche qui la scelta è vasta, maniche corte, maniche lunghe, a rete, effetto floreale, di pizzo coi teschi, tutta d’un pezzo oppure staccata nel mezzo… Insomma, basta sfogliare la sezione “abbigliamento” su shopbondage.it per avere nel carrello almeno 15 capi diversi!

https://shopbondage.it/product-category/abbigliamento-sexy/

Siamo anche brave ad accantonare la comodità in nome della sensualità (e della suddetta vanità) e in questo caso possiamo striminzirci dentro un rigido corsetto, che fa magia con le tette, specialmente per chi, come me, ne ha poche XD

Collant e autoreggenti sono meravigliose, perfette per ogni occasione!

Anche in questo caso, insomma, care donzelle, giocate con la fantasia perchè può fare davvero miracoli!

Il punto di vista maschile è parimenti importante e, ovviamente non essendo costretto a sua volta ad indossare il tanga per essere sexy, l’opinione può essere un po’ diversa dalla quella della donne.

Il corsetto è sexy, sostiene e tiene tutto al proprio posto, ma è molto coprente, quindi si finisce col perdere il piacere della nudità, molto più apprezzati i mezzi corsetti che, per chi non lo sapesse, sono reggiseni a 4/6 gancetti che hanno una banda molto più spessa del classico a 2 gancetti, ma non copre la pancia come un normale corpetto, che ha comunque molti fan 😉

Il perizoma e il tanga vincono contro il normale slip e la culottes.

Parentesi per spiegare la differenza tra tanga e perizoma, doverosa direi. Il perizoma è il cosiddetto filo interdentale, triangolo davanti e filo dietro. Punto. Il tanga invece è sottile ma non così tanto e anche dietro ha un triangolo di tessuto (molto sexy quando si intravede dai pantaloni). Un altro segreto universale è stato appena spiegato!

Riprendiamo il discorso. All’uomo tendenzialmente piace il classico pizzo nero, con quello non si sbaglia mai, sia a regalarlo che ad ammirarlo. Meglio ancora se il tutto è accompagnato da calze autoreggenti, anch’esse nere, massimo 20 denari, sicché creano quell’adorabile e piacevole effetto vedo e non vedo che piace sempre 😉

Le giarrettiere sono sempre di tendenza, grazie ai film che le mostrano sempre su donne dalle gambe slanciate e lattee.

Veniamo ora al babydoll. Il capo si presenta come un vestitino, solitamente velato, con rinforzo e ferretti, funge quindi da reggiseno/canottiera/vestitino. Un tre in uno disimpegnato ma particolare, non tutte ne hanno uno. All’uomo piace, svolazzante e leggero è un indumento intimo che davvero non può mancare!

Il body ha un aspetto vintage, ma piace abbastanza. Ce ne sono varietà specificatamente Anni 50 in color panna e altre più moderne in vari tessuti e impreziositi da dettagli gioiello. L’uomo lo adora perchè non ne ha mai messo uno. Bello sì, comodo mica tanto.

Riassumendo, il pizzo nero si piazza indubbiamente sul podio, assieme alle calze autoreggenti sottili e al terzo posto mettiamo tranquillamente l’innovazione e la sensualità di babydoll e catsuit.

Uomini e donne sono diversi in tutto e lo sono anche nella concezione della biancheria intima femminile, ma c’è il modo di andare d’accordo 😉

Voi che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.